Soul: il film per tutti, soprattutto gli adulti??

Soul: il film per tutti, soprattutto gli adulti??

Oggi parliamo del film vincitore del Golden Globe come Miglior Film d’Animazione, ovvero Soul!!
Soul come anima o Soul come musica?? Le due cose vanno di pari passo.

Prodotto da Disney-Pixar, il film è stato diretto da Pete Docter e Kemp Powers. Il primo vanta una lunga carriera nel mondo dell’animazione Pixar. Il secondo, invece, è alla sua prima esperienza.

Monsters & Co. esplorava le paure, Up l’accettazione della perdita, Inside Out le emozioni. Con Soul la Pixar fa un passo avanti, affrontando quelle domande esistenziali che da sempre l’uomo si pone: chi siamo, da dove veniamo, perchè siamo qui, qual è il nostro scopo… 

E’ la storia di Joe Gardner, professore di musica, ma aspirante pianista jazz, il cui sogno è quello di suonare in una band. L’occasione gli si presenta quando la famosa Dorothea Williams lo invita a unirsi al suo quartetto, ma qualcosa va storto. Nell’eccitazione del momento, Joe Gardner cade in un tombino e muore. Ma non disperate, la storia deve ancora iniziare. Si ritroverà, infatti, sulla via per l’Oltre-Mondo da cui riuscirà a fuggire, finendo in una sorta di Ante-Mondo dove farà la conoscenza di 22, un’anima che non vuole vivere, contrariamente a Joe che non vuole morire. Come finirà?

Soul è stato acclamato e molto apprezzato dalla critica, ricevendo recensioni totalmente positive.

Uno dei suoi punti di forza è sicuramente l’animazione. Davvero eccezionale e molto realistica. Il modo in cui vengono definiti i dettagli, le luci sulle superfici, la resa dei colori è qualcosa di sorprendente. Per non parlare dei personaggi che sembrano veri, invece che disegnati. 
Parte della storia si svolge a New York ed è come se potessimo sentire i rumori e gli odori di questa grande città. Davvero molto convincente.
Inoltre, è il primo film Pixar che ha per protagonista un afroamericano per di più adulto. C’è anche 22 che per fattezze ricorda forse più quelle di un bambino, ma in fondo è un’anima che deve ancora nascere. Non sappiamo ancora chi sarà.

La domanda che si sono posti in molti, però, è se effettivamente Soul sia un film più per adulti che non per bambini, vista la profondità dei temi proposti. E il dubbio, devo dire, è venuto anche a me.
Soul cerca di dare una risposta alle domande che da sempre l’uomo si pone. Ma non fraintendete. Il modo in cui vengono affrontate le tematiche esistenziali è totalmente fruibile anche dai più piccoli. In fondo, Soul è un film da vedere in famiglia. Non a caso è uscito sulla piattaforma di Disney+ proprio nel giorno di Natale.

Soul è un film che fa riflettere. Parla di sogni e di passioni, di ossessioni e di idoli, di scopi e di scintille, di attese e di aspettative, di speranze e di mancanze. 
E’ un film che riflette sull’esistenza stessa. Vivere ogni singolo momento apprezzando anche le cose più semplici e banali. Il sapore della pizza. Gli odori della città. Osservare quanto ci circonda, stupirci, meravigliarci. E ricordarci sempre che ogni vita conta, ogni vita è diversa e ogni vita è degna di essere vissuta. Perchè forse il senso dell’esistenza è semplicemente vivere, mettersi in gioco, entrare in campo e fare goal.

Fammi diventare famosa!! 😂
Back to Top