How I met your mother

How I met your mother

A inizio gennaio ero indecisa su quale serie tv guardare. Quelle che mi interessavano le avevo già viste e le altre non erano ancora uscite. Allora qualcuno mi ha consigliato: «Inizia How I met your mother. Ti piacerà!!». Il mio dubbio?? 9 stagioni di 24 episodi ciascuna (più o meno). Ma almeno duravano 20 minuti. 
Inutile dire che in meno di un mese l’avevo finita… 

How I met your mother mi ha fatto ridere, piangere, emozionare, riflettere. E’ una serie che parla di amicizia e di amore, di alti e di bassi, ma anche di crescita… quel passaggio fatidico tra i 20 e i 30 anni, andando verso i 40…

Nel 2030, Ted Mosby racconta ai suoi due figli la storia di come ha conosciuto la loro madre, iniziando con un lungo preambolo. Veniamo, quindi, portati nella New York del 2005.

Ted Mosby è un giovane architetto, il cui sogno è quello di costruire un importante edificio nella Grande Mela. Si perde spesso in lunghi discorsi sulla bellezza delle costruzioni, soprattutto se si tratta di Empy (l’Empire State Building…). Usa un linguaggio a metà tra il poetico e l’enciclopedico. Ed è alla costante ricerca dell’anima gemella… (❤️)

Divide l’appartamento con il suo migliore amico del college, Marshall Eriksen, originario di una piccola cittadina del Minnesota. Sin da bambino decide di voler salvare il pianeta, per cui studia per diventare avvocato ambientalista. E’ sempre onesto e gentile con tutti, anche se tira forti schiaffi (😂).

Da 9 anni è fidanzato con Lily Aldrin. Newyorchese convinta, lavora come maestra d’asilo, ma ambisce a essere un’artista. Non sa tenere i segreti, ma è una gran dispensiera di consigli. E’ determinata e allo stesso tempo fragile. E ha un piccolo problema con i vestiti e le carte di credito… (🤭)

Migliore amica di Lily è Robin Scherbatsky, nonchè ultima arrivata del gruppo. Fiera delle sue origini canadesi, si trasferisce a New York per diventare una giornalista professionista. E’ stata cresciuta dal padre come se fosse un maschio, ha cinque cani e odia i centri commerciali… (🎵)

E poi c’è lui, Barney Stinson!! Nessuno sa qual è il suo lavoro di preciso, ma è un dongiovanni professionista. Indossa sempre un completo, si autodefinisce il migliore amico di Ted, dice un sacco di bugie e accetta qualsiasi sfida, spesso inventandosele. La sua regola di vita (una delle tante in realtà): non sposarsi e non avere figli prima dei 45 anni… (📓)

Episodio dopo episodio una sola e costante domanda: chi è la madre??

Questa serie tv è stata una ventata d’aria fresca. Mi ha ricordato molto Friends per certi versi. E ora vi spiego perchè mi è piaciuta.

Non si punta soltanto alla risata, ma anche a creare empatia nei confronti dei personaggi e delle loro vicende. Per cui vengono alternati momenti comici (ovviamente) a momenti più drammatici.

Sin dalle prime puntate, veniamo invitati a far parte del loro gruppo, per cui viviamo le loro avventure, le loro pazzie, insomma impariamo a conoscerli. Ecco, quindi, che ci ritroviamo a bere una birra al MacLaren’s, a mangiare i pancakes di Lily, nello studio di Metro News 1 e così via dicendo. 

Ogni personaggio è ben definito, ha il proprio carattere, le sue passioni, la sua storia (quello che ho scritto io per presentarli non è neanche un quarto di quello che si potrebbe dire di loro). E in qualche modo entriamo a far parte delle loro vite, finendo inevitabilmente per affezionarci a loro (vi dico solo che arrivata all’ultima puntata ero tristissima perchè non li avrei “più visti”). E poi sono talmente differenziati che ci si può identificare in loro: Ted è l’eterno romantico, Lily e Marshall sono la coppia perfetta, Robin è la donna in carriera e Barney è l’eterno single sempre a caccia di conquiste. Sono tra di loro opposti eppure simili.

Insomma, non fatevi spaventare dalle 208 puntate e guardate How I met your mother. Nella sua semplicità e bellezza è una di quelle serie come se ne vedono poche ultimamente.
(Ah, io vi consiglio di guardarla in lingua originale perchè in italiano col doppiaggio perde tantissimo…).
E poi vi ritroverete a dire «Haaave you met Ted?», «it’s going to be legen — wait for it — dary. Legendary!!», «High five!!», «Awesome!!». Lo so, sono tutte di Barney, ma giuro che ce ne sono molte altre. 😂

SPOILER

Bene, ora farò uno SPOILER riguardante il finale (🤐), quindi chi non ha ancora visto la serie si fermi qui!! 🛑

Io ho avvisato!! 🛑

Ci tenevo a dire la mia opinione sull’ultima puntata. Ho letto che a molti non è piaciuto il finale e avrebbero preferito quello alternativo. Ma, a parer mio, è stato perfetto così: triste, spiazzante, con un po’ di amaro in bocca, ma pieno di speranza…  

Negli anni successivi al matrimonio di Barney e Robin, scopriamo che il gruppo si è allontanato. E penso che questo sia normale. Si cresce, si prendono strade diverse, si mette su famiglia e le priorità cambiano. Ma alla fine ognuno di loro ha sempre cercato di esserci l’uno per l’altro, almeno nei momenti importanti.

Lily e Marshall sono in attesa di un terzo figlio e la cosa non mi meraviglia affatto. Anzi, mi sarei stupita se non fosse successo!!

Barney e Robin hanno divorziato e la cosa mi stupisce a metà. Robin ha sempre anteposto la carriera all’amore. Prima di tutto aveva bisogno di realizzarsi a livello lavorativo e probabilmente con Barney si sentiva in grado di farlo. Ma sostanzialmente, quest’ultimo si è sentito un po’ in gabbia, essendo sempre stato uno spirito libero. L’unica che effettivamente avrebbe potuto “incatenarlo” sarebbe stata una figlia. Sua figlia. E così è stato… 

Infine, io ho adorato la coppia di Ted e Tracy!! Non dico di non esserci rimasta male quando ho scoperto che era morta, ma penso che la decisione fosse ponderata già da tempo. Soprattutto nell’ultima stagione, c’è stato un episodio che poteva farlo presagire. Il lungo racconto di Ted è un modo per superare la perdita della moglie e, al tempo stesso, accettare l’idea di poter amare nuovamente. Un po’ come fece a sua volta Tracy. Che tra l’altro è l’unica ad approvare l’amicizia tra Ted e Robin pur sapendo del loro passato. 

Va di pari passo, quindi, che Ted sia tornato da Robin. Finendo come tutto era iniziato.

Ma il vero motivo per cui ho apprezzato questo finale è che è reale!! Non è cantanto, non è il consueto lieto fine, non è il già visto. Perchè, anche se triste, questa è la vita… 

Fammi diventare famosa!! 😂
Back to Top