Sound of Metal: il rumore del silenzio

Sound of Metal: il rumore del silenzio

❤️ Inizio questo articolo con un cuoricino perchè il film di cui vi parlo oggi è il mio Oscar del cuore. Sto parlando di Sound of Metal, pellicola del 2019 diretta da Darius Marder, qui al suo esordio come regista, e uscita direttamente su Prime Video. Su sei nomination agli Oscar se ne è aggiudicati due: Miglior Montaggio e, ovviamente, Miglior Sonoro. 

Mi aspettavo un film lungo, lento, noioso e pesante… e invece mi è piaciuto da morire!! 😍

Ci sono voluti circa 10 anni prima che Sound of Metal vedesse la luce. Nasce come idea di Derek Cianfrance, qui co-sceneggiatore, che fu costretto ad abbandonare il progetto a causa degli impegni con Blue Valentine (film del 2010 con Michelle Williams e Ryan Gosling). Decide, quindi, di affidare la regia a Darius Marder con il quale aveva co-sceneggiato Come un tuono (film del 2012 con Ryan Gosling, Bradley Cooper e Eva Mendes). Nel 2019, Sound of Metal era finalmente pronto: in quattro settimane il film era finito!!

sound-of-metal

E’ la storia di Ruben, batterista del duo metal Blackgammon, che suona insieme alla cantante e fidanzata Lou. Due giovani dal passato difficile che hanno trovato l’uno nell’altro un motivo per andare avanti. Vivono su un camper col quale si spostano di città in città per fare i loro concerti. Tutto va per il meglio fino a quando Ruben si accorge di avere problemi di udito. In seguito a una visita medica, scoprirà che la sua condizione non farà altro che peggiorare e la conseguenza sarà la sordità. Preoccupata, Lou decide di portare Ruben in una comunità di non udenti dove dovrà fare i conti con la sua nuova situazione e trovare un nuovo equilibrio.    

Un racconto intimo che parla di cambiamento. Un cambiamento che ribalta totalmente tutte le certezze di Ruben: la musica è la sua vita e non potrebbe essere diversamente. Ma ecco che a un tratto tutto cambia: perde l’udito e il mondo intorno a lui si fa ovattato. Ruben si ritrova davanti a un futuro incerto: accettare totalmente la sua nuova situazione, imparando dai componenti della comunità a non considerare la mancanza di udito come un handicap, oppure tentare di “tornare indietro” e farsi impiantare degli apparecchi per sentire di nuovo. Ma sarà lo stesso di prima?? 

sound-of-metal-riz-paul

Un sensazionale Riz Ahmed, attore britannico di origini pakistane, che riesce a interpretare al meglio tutte le sfaccettature di Ruben. Non soltanto con le “parole” e i gesti, ma soprattutto attraverso l’intensità del viso: occhi grandi ed espressivi, capelli ossigenati che piano piano tornano scuri. Un personaggio complesso di cui si riescono a percepire tutti i sentimenti: l’ansia, la rabbia, lo smarrimento, le speranze, l’accettazione. Accanto a lui troviamo un bravissimo Paul Raci, attore figlio di genitori sordi, qui al suo primo e vero ruolo di rilievo. Le loro performance hanno valso a entrambi una nomination come Miglior Attore Protagonista e Miglior Attore Non Protagonista. Senza dimenticare Olivia Cooke nel ruolo di Lou. 

Ma il vero punto di forza di Sound of Metal è sicuramente il sonoro. Pura magia!! Si parte dal suono assordante di un concerto metal: la voce, la musica, la batteria. Per poi passare ad ascoltare i rumori della quotidianità: l’acqua che scorre, la macchinetta del caffè. Poi piano piano tutto si fa ovattato, come quando si vola e ti si tappano le orecchie. Infine, il silenzio. Un sonoro che ti permette di percepire tutto questo: quello che vive il protagonista, lo vive anche lo spettatore. Ascoltandolo in cuffia si riescono a distinguere tutti i rumori, i suoni, i silenzi. C’è un continuo passaggio tra il modo in cui sente una persona udente e una non udente: un attimo prima sentiamo e un secondo dopo silenzio. Più che nelle parole, le immagini trovano il loro connubio perfetto con i rumori e i suoni. Un sonoro davvero pazzesco!! 

sound-of-metal-riz

Sound of Metal è un film che sicuramente consiglio a tutti. Un racconto di cambiamento e accettazione, dove la sordità non è considerata un handicap, ma un modo differente di vivere che bisogna imparare a conoscere.

SPOILER

Volevo dire due parole sul finale, anche se non sono solita fare spoiler. Quindi chi non ha visto il film si fermi qui!!
🛑🛑🛑

Per me è stata pura poesia!! Ruben che, dopo aver messo gli apparecchi per tornare a sentire, si rende conto che non sarà più come prima e totalmente stordito dai rumori che lo circondano decide di toglierseli per non ascoltare più nulla. Da quel momento silenzio. Un silenzio che vale più di mille parole perchè è attraverso quel gesto che Ruben accetta totalmente la sua nuova condizione di vita e finalmente ritrova quel senso di pace e serenità che ricercava da tanto tempo. Bellissimo!!

Fammi diventare famosa!! 😂
Back to Top